CHIAMA SUBITO 349 2137591

numero-telefono

Impianto del Gas

Vota questo articolo
(233 Voti)

impianti-del-gas

Impianto del Gas

L'impianto idraulico del gas è una rete di tubazioni costituita e posata per condurre la fornitura di gas metano o combustibili simili, dal punto di consegna (contatore) ad apparecchi energetici che funzionano per combustione.

I dispositivi energetici più conosciuti che funzionano alimentati da una rete del gas sono:

- Il piano cottura (fornelli cucina);

- Lo scaldabagno a gas;

- La caldaia a gas.

Impianti e gas

In questa pagina parliamo del gas ed i suoi impianti, le ubicazioni obbligatorie delle condutture, secondo il luogo di installazione, il tipo di posa, materiali utilizzati, progetti ed allegati tecnici obbligatori. Tutte le domande ed i quesiti più frequenti, con le dovute risposte.

Gas: definizione

I gas come il metano (detto anche gas città), propano, gpl o butano ad uso civile (domestico) sono i combustibili fossili più utilizzati per gli impianti e reti di distribuzione domestica.

In particolare il metano si presenta all'utente con additivi che ne determinano il caratteristico odore, senza il quale non potrebbe essere percettibile all'olfatto umano, visto che per sua natura NON ha odore.

Come funziona il gas nell'impianto?

In ambito idraulico il gas può assumere varie forme e, che si tratti di gas metano, gpl o gas propano, verrà utilizzato ad una determinata pressione dinamica di conduttura che generalmente è molto più bassa di quella ad esempio dell'acqua, circa 0,4 bar, mentre l'acqua sanitaria supera (o dovrebbe) i 2,2 bar.

Normativa fondamentale impianto gas: oltre l'estetica...

Ogni impianto o intervento su tubazione del gas DEVE essere SEMPRE ed OBBLIGATORIAMENTE CERTIFICATO ..e non solo, è fondamentale che superi la cosiddetta prova di tenuta secondo UNI 7129 ed UNI 11137. Guarda che cos'è, chi la fa e come si supera.

La rete impiantistica, sia civile che industriale, di conduzione del gas può essere di due principali tipologie, oltre ai materiali di impiego:
-interrato (sotto traccia);
-esterno (a vista);

Gas interrato (sottotraccia)Tubazione-gas-segnalatore-tubo-interrato

Viene posato sotto terra o sottotraccia e solitamente rivestito, sia per legge, che ulteriormente per ragioni di sicurezza e/o di individuazione del suo passaggio nel terreno.

Gas interrato in casa

Il gas interrato può passare in casa purchè rimanga in un passaggio a terra nelle zone lungo le pareti perimetrali, ad una distanza massima di 15-20cm.

NB: il multistrato rivestito mai "a vista" o peggio ancora esposto a raggi solari....

Gas interrato all'esterno

Se l'impianto passa in un giardino o posti con possibile azione di agenti atmosferici in alcuni mesi molto critici bisognerà utilizzare il polipropilene ad una profondità minima di 60 cm con un'uscita all'esterno composta da un componente chiamato giunto di transizione con diodo elettrico, raccordo appositamente creato tramite la fusione di ferro e polietilene, appunto per transitare dal terreno all'esterno. Obbligatorio per normativa.

Impianto gas non a vista: normative

In tutti i casi, l'impianto del gas sotto-traccia va segnalato per non essere accidentalmente perforato o manomesso, in corso d'opera come nel corso degli anni per via del possibile decadimento in situazioni ambientali anomale o particolarmente critiche.

Gas esterno

L'impianto del gas è considerato "a vista" e quindi esterno quando segue percorsi lungo un perimetro o parete (ad esempio il classico impianto domestico in rame che vediamo entrare nell'edificio ed arrivare fino alle utenze come piano cottura (rubinetto sotto lavello) e scaldabagno o caldaia, etc.

Tubazione a vista, quando si posa?

I tubi del gas esterno vengono posati a vista solo alla fine dell'ultima rifinitura degli intonaci delle pareti e sottofondi, poichè viaggiano sopra i rivestimenti finali (muro o piastrelle verticali).

Tubo rame gas esterno

L'impianto gas in questo caso è l'ultimo, prima dei "ritocchi" ad essere installato, ogni locale che "ospita" l'impianto del gas deve rispettare determinati requisiti, da distinguere bene (in fase di sopralluogo) rispetto a passaggi di attraversamento.

Materiale impianto del gasImpianto-idraulico-gas-domestico

I materiali impiegati per la posa e l'utilizzo dell'impianto del gas sono il ferro, il rame (saldato o pressato), l'ottone, lo stagno e recentemente anche il multistrato (utilizzato solo interrato e non a vista).

NB: in tutti e due i casi i rubinetti di intercettazione per l'arresto del gas, in corrispondenza di utenze ed apparecchi energetici a combustibile, devono obbligatoriamente essere "a vista", raggiungibili facilmente ed in posizioni lontane da altre fonti di calore.

Gas casa

Trattiamo l'argomento parlando di:

impianto gas domestico,

inteso come impianto civile, installazioni, normative, consigli e prezzi.

Installazione impianto gas

L'installazione di un impianto del gas avviene subordinatamente alle conformazioni ed idoneità dei locali interessati, e nel passaggio, e nell'ospitare i rubinetti terminali per le utenze, secondo UNI 7129.

La posa

L'installazione di un impianto di gas domestico avviene secondo diversi criteri, dalla pinzatura di rame o multistrato, alla saldatura, assemblaggio tramite raccordi a stringere (ormai superati e fuori norma) oppure con filettatura (ferro/ottone); ogni materiale potrà essere posato sia "a vista" che "internamente" a seconda delle sue proprietà.

Posa tubo gas esterno

La messa in opera della tubazione cosiddetta "a vista" in un appartamento ne permette il controllo visivo, tuttavia deve rispettare normative differenti rispetto alla sicurezza, tipologia di materiale e locale in cui è posata.

Il tubo gas esterno viene posato in ferro, ottone, rame, acciaio inox rivestito (come ad esempio per allacciamento cucina).

Costo

Relativamente simile a quello interrato, come vedremo di seguito, con l'aggiunta di punti di passaggio da studiare anche a livello estetico, per cui si presuppongono quote ben precise in funzione degli apparecchi che si andranno ad allacciare.

Posa tubo gas interrato

Nel caso del gas sotto traccia viene usato un solo tubo (generalmente polipropilene o multistrato con guaina gialla) che va dalla partenza esterna con rubinetto a vista, all'utenza esterna con rubinetto a vista o valvola di intercettazione in ingresso appartamento.

Valvola intercettazione gasvalvola-gas-domestico-impianto 

In qualsiasi punto vi sia l'ingresso della tubazione gas domestica all'interno dell'involucro, è sempre OBBLIGATORIO il rubinetto che esclude tutta la rete domestica.

Inoltre per ogni utenza energetica (p.cottura, scaldabagno, caldaia, etc.) ci deve essere un rubinetto, una valvola di intercettazione per escludere il singolo dispositivo.

Valvola gas cucina: normativa

In particolare il rubinetto gas cucina, deve essere posto in una zona molto accessibile permettendo la chiusura del piano cottutra. Ad esempio sotto il lavello, a vista o con ispezione a portata di mano in luogo protetto da fonti di calore o elettriche.

Impianto gas domestico - tubazioniIdraulico-Milano-Provincia-Città

Dimensionamento e verifica di tenuta delle tubazioni sono la prassi obbligatoria, di seguito alcuni esempi di situazioni di non conformità riscontrate in città come Milano e Monza Brianza.

Situazioni di impianto da modificare: esempi su Milano e Monza B.
Rubinetti del gas obsoleti

Tutti i tubi e i rubinetti che vediamo in casa potrebbero non essere "a norma", devono per esempio avere la manopola gialla, tutte le altre manopole che sono vecchie o non riconoscibili  vanno sostituite, soprattutto in appartamenti con oltre 40 anni.

Casa senza allacciamento gas

Se l'appartamento è inattivo da oltre 24 mesi occorrerà sicuramente una prova di tenuta con rilascio di dichiarazione di conformità e requisiti tecnico professionali allegati per la riapertura, da consegnare all'ente fornitore unitamente al modulo a12 da timbrare. In una casa sprovvista di allacciamenti gas conviene sempre effettuare un sopralluogo per installazioni ed allacciamenti ex-novo. Infatti è possibile che si debba ricorrere ad un nuovo progetto.

Tubazione vecchia

Molti impianti esistenti presentano tubazioni in rame, le cui saldature abbiamo scoperto cedere in maniera leggera dopo i 50 anni di utilizzo, cosa che difficilmente avviene sottoponendo a sollecitazione impianti in ferro giuntati tramite filettatura.

Allacciamenti cucina obsoleti

Spesso troviamo ancora cucine collegate con tubi di gomma (che hanno anche una scadenza lontana, che vendono ancora nei negozi di ferramenta o grandi centri fai-da-te come Leroy Merlin, o Bricoman) ma che purtroppo non sono più certificabili per la normativa attuale.

Più in basso vedremo i materiali con cui si può effettuare l'impianto, ma anche l'allacciamento del gas in casa, per piano cottura e dispositivi come scaldabagni o caldaie.

NB: ricordiamo sempre che l'idraulico deve essere abilitato alla mansione e rilasciare copia dei requisiti tecnici oltre che dichiarazione di conformità a fine lavoro.

Costo impianto del gas

Tutti gli idraulici che eseguono una posa di condutture del gas, generalmente considerano ogni utenza un punto.

Un punto gas vale responsabilmente ed economicamente di più, rispetto ad un punto acqua ad esempio.

Parlando di prezzo possiamo partire dalle 350€ in su a punto gas.

Chiaramente maggiori saranno i punti gas e maggiore sarà il risparmio su tutto il lavoro diviso per i punti.

Prova di tenuta gasGas-prova-di-tenuta

Che cos'è?

La prova di tenuta idraulica è la verifica di assenza di dispersioni nell'impianto gas.

Come avviene?

Differenti le modalità di ricerca dispersione, come quelle conosciute "fai da te", tuttavìa la prova principalmente riconosciuta per gli idraulici che certificano è quella dettata dalla UNI 7129 oppure la UNI 11137.

Presa di pressione gas

Per legge è obbligatoria l'installazione di un rubinetto a valle dell'impianto (punto di partenza gas domestico) dotato di presa di pressione-prova impianto, alla quale collegarsi con una pompa detta appunto "prova-impianti" per tenere in pressione l'impianto, a rubinetti tappati (con tappo filettato in ferro) per almeno 100 mbar per 15 min.

Stiamo parlando degli impianti domestici più comuni quindi quelli in ferro, rame e multistrato che conducono gas metano/gas città.

NB: per tutti gli impianti del gas, ad oggi, non è più ammessa alcuna tolleranza in fatto di dispersioni.

Chi la effettua?

Personale abilitato alla prova-verifica di tenuta e situazioni con obbligo di certificazione.

Certificazione per attivazione-riattivazione

Le società fornitrici del gas hanno l'obbligo di rilevare eventuali dispersioni, qualora interpellati per l'apertura, lo spostamento o la sostituzione del contatore del gas. Anche se interpellati in maniera urgente per una perdita, hanno il dovere di sigillare l'utenza in maniera irremovibile, a mezzo di sigillo.

Modulo A12 gas: che cos'è?

A fronte di contatore chiuso, mancante o piombato occorrerà presentare il modulo A 12 con PDR (punto di riconsegna) prodotto dalla compagnia fornitrice, da compilare a cura del responsabile tecnico per dichiararne la corretta tenuta/assenza di dispersione, ai fini di riapertura o riattivazione.

Verifica tenuta del fornitore

E' anche vero che il fornitore del gas spesso e volentieri non è abilitato all'intervento di riparazione, si limiterà ad effettuare una prova di tenuta, quindi eseguirà una sigillatura, una riapertura o comunque un'intervento limitatamente a prima dell'utenza domestica, contatore e prima del contatore.

Verifica tenuta idraulico

Successivamente un idraulico installatore potrà effettuare una prova di tenuta e ricercare la predita, ripararla e compilare i moduli (in genere il modulo A/12 o mod.E) assumendosi la responsabilità dell'ultima manutenzione effettuata, che sia una certificazione o soltanto una verifica di assenza di dispersioni, allegando dichiarazione e visura camerale aggiornata.

Gas: prima l'impianto o prima il contatore?Nuovo-contatore-gas-apertura-fornitura

La fornitura del gas domestico (metano) avviene esclusivamente dopo la conformità dell'impianto, a seguito di una prova di tenuta impianto che deve eseguire un tecnico abilitato.

Passi

I passaggi per evitare lunghe attese sono obbligatoriamente sequenziali e contigui, nella fattispecie:

1) Richiesta di attivazione;

2) Verifica dell'ente fornitore

3) Verifica ed eventuale dichiarazione di conformità impianto da parte di termoidraulico;

4) Consegna documentazione ricevuta dal tecnico all'ente fornotore gas.

Certificazione per spostamento

Occorre una dichiarazione di conformità - certificazione per attestare la corretta esecuzione di posa impianto in caso di spostamento.

Quando?

Ecco i casi più noti.

Certificazione per spostamento: impianto

A fronte di qualsiasi modifica o spostamento dell'impianto gas domestico, dunque oltre il contatore, l'idraulico è tenuto a rilasciare nuova dichiarazione di conformità;

ripetiamo: è sufficiente un nuovo allacciamento, una riparazione, anche una piccola sistemazione sull'impianto anche se non si modifica la destinazione d'uso, per netare di nuova dichiarazione, questo a differenza di altri impianti idraulici per i quali vi è molta più tolleranza in fatto di normative.

Certificazione spostamento: contatore - spostare il contatore gas

Per spostare (o meglio farsi spostare) il contatore occorre sicuramente una prima richiesta al fornitore che effettuerà un sopralluogo per verificarne la fattibilità ed i termini tecnico-economici.

In questo caso occorrerà interpellare un idraulico munito dei requisiti tecnico-professionali per il rilascio della dichiarazione di avvenuta prova di tenuta, prima dell'attivazione o del posizionamento del nuovo contatore. ATTENZIONE A QUESTA SEQUENZA DI PASSAGGI.

Spostare contatore gas

Piccole precisazioni per quanto riguarda lo spostamento del contatore, sulla base delle richieste degli utenti:

le motivazioni per ottenere uno spostamento o sostituzione del contatore possono essere di natura volontaria, come ad esempio per ristrutturazioni o questini di estetica, di natura imponibile per contatori da spostare obbligatoriamente ed a carico del committente all'esterno o a distanze minime ( min. 1,5m) da apparecchi energetici, a fronte di una ristrutturazione o nuova costruzione in cui esso si trovi all'interno del locale.

Installazione contatore gas: costo

Il costo potrà essere addebitato al committente, esso varierà in base alla situazione di nuova fornitura, piuttosto che riattivazione di contatore esistente o cambio tipologia, come anche nel caso di nuovo contatore, tuttavia vi sono altrettanti casi in cui la sostituzione è gratuita e dovuta:

Odore di gas vicino contatore

Se l'impianto non presenta alcuna perdita, (dopo aver interpellato un idraulico che ne verifica la tenuta) eppur si avverte odore di gas potrebbe trattarsi di una dispersione che avviene dal contatore stesso, i numeri non girano anche a rubinetti terminali chiusi e fuoriesce comunque l'odore, il contatore verrà sostituito GRATUITAMENTE dal fornitore.

Cambio contatore gas: è obbligatorio?

Le società di fornitura, seguendo le normative attuali, sostituiranno i vecchi contatori, anche in caso di elevata inattività, a garanzia di eventuali future problematiche dettate dal deterioramento nell'ambiente esterno, infatti le recenti versioni dei contatori hanno delle classi di isolamento ed impermeabilità elevate.

In linea generale se il fornitore impone (o si impone) la sostituzione del contatore, essa risulta quasi sempre gratuita (salvo casi di spostamento volontario).

Come farsi riaprire il gas?

Come superare la prova di tenuta che effettua il distributore, spesso denunciandone la non conformità?

Contattando un idraulico che effettuerà la riparazione, possibilmente IDRAULICO ABILITATO - RESPONSABILE TECNICO che dopo aver sistemato e messo a norma l'impianto rilasci contestuale e completa documentazione che ne attesti anche la tenuta, destinazione d'uso e materiali d'impiego affinché la nuova fornitura venga attivata.

Un idraulico attrezzato è SEMPRE IN GRADO DI METTERE IN PRESSIONE UN IMPIANTO, utilizzando la pressione dell'aria o sistemi riconosciuti a livello europeo come misuratori di pressione, tubo di Torricelli, etc.

CHIAMA SUBITO

cerco-idraulico

un tecnico è disponibile ORA!!!

Fuga di gas

Un dispendio eccessivo in bolletta o odore di gas possono essere sintomo di perdita.

Come individuare una perdita nell'impianto del gas domestico?

Spesso capita di scoprire delle bollette del gas eccessivamente salate. Questo può essere sintomo di perdita, e quindi di dispersione, di gas che viene meno all'impianto senza che ce ne si accorga.... Più in basso vedremo dei metodi temporanei e delle misure di sicurezza da adottare in un primo luogo per non aggravare la situazione, anche se la prima cosa che consigliamo di fare dopo aver chiuso il gas, è sicuramente contattare un idraulico esperto in impianti del gas.
Molteplici anche sono i casi in cui ci si ritrova, contattando l'emittente fornitore principale o distributore e segnalando l'anomalìa, ad essere privati della fornitura.

Gas chiuso per perdita: chi chiamare?

Sentiamo spesso dire "mi hanno chiuso il gas", ora vediamo come evitare di dover pagare per la riattivazione e magari anche di dover obbligatoriamente corrispondere nuovamente certificazioni di tenuta del gas o di conformità.

Come accorgersi..

Un metodo "fai da te" per individuare una perdita di gas su un'impianto esterno, oltre ad avvertire l'odore degli additivi immessi nel combustibile (perchè ricordiamo che per natura ed all'uomo il gas naturale è inodore), può essere quello di chiudere tutti i rubinetti collegati agli apparecchi a gas come piano cottura o caldaia, piuttosto che scaldabagno, in maniera tale da lasciare aperto (provare solo per un massimo di 2 min. a finestre spalancate) solamente quello di partenza del contatore, se in questo caso i numeri del contatore girano ugualmente, si tratta di una dispersione e quindi di perdita. Chiudere IMMEDIATAMENTE il rubinetto (il primo) dopo il contatore, ovvero quello che intercetta tutto l'impianto di distribuzione del gas, se non presente, direttamente il contatore.

Cosa fare..

Chiamare subito un idraulico abilitato per un primo consulto, oppure rivolgersi ai numeri del fornitore di gas domestico.

Fuga gas: chi chiamo se non sono sicuro?

In caso non vi sia la certezza, almeno da parte del committente o proprietario, dellla perdita, ecco

cosa non fare:

Tutto quello che sconsigliamo vivamente all'utente

Manomettere contatore gas

Il contatore non si DEVE manomettere in nessun caso per ragioni di sicurezza e per via della norma penale.

Spostare contatore gas fai da te

Assolutamente NO!!! Contattare sempre il fornitore e prenotare un appuntamento, mai improvvisarsi o lasciar fare a chiunque, se non loro, l'operazione.

Aprire valvola contatore gas

Se il gas è "piombato", vale a dire che il contatore è esistente ma c'è un sigillo di filo d'acciaio che una volta rotto, se si prova ad aprire, può attivarsi automaticamente un procedimento penale contro chi ha provato a manometterlo.

Spostare tubi gas

Nessuna modifica da parte di alcuno che non sia abilitato alla manutenzione ordinaria e straordinaria, mdifica o spostamento. Il rischio è di aumentare la perdita. Contattare un tecnico. Qualsiasi manomissione da parte di "incompetenti" è passibile di denuncia.

Utente avvisato...

Gas domestico perdita: siamo sicuri che ci sia?

Per individuare fisicamente il punto da dove esce il gas si potrà inoltre utilizzare dell'acqua saponata con un panno di carta imbevuto e vedere se si formano delle bollicine che si ingrandiscono.

Quesro metodo non è fra i consigliati appunto perché la cosa giusta da fare è chiamare una persona competente, potete divertirvi a provare con il gas chiuso, con la pressione rimanente fino ad esaurimento oppure, sempre a gas chiuso, soffiando da un terminale (rubinetto), dell'aria e serrando il rubinetto terminale a monte e poi a valle, prima di aver staccato la fonte di aria in pressione immessa.

Avvertenze su impianto del gas: COSE DA SAPERE

ATTENZIONE a non usare fiamme o fiammelle per controllare.
Contattare sempre, almeno telefonicamente, un idraulico.

Innanzitutto per provare ad individuare la perdita di gas, prima di chiamare l'idraulico, si può controllare tutta una serie di situazioni che ci dicono se l'impianto perde e quanto....
Vi sono molteplici rimedi "fai da te", non certamente per riparare, ma quantomeno per individuare una dispersione di gas.
ATTENZIONE: noi idraulici suggeriamo sempre di interpellare un tecnico competente prima di intervenire, sicuramente qualuno ha certificato o dovrà certificare l'impianto. Dunque ricordiamo che vi sono dei responsabili e tecnici abilitati a questa mansione da interpellare in primis.
ATTENZIONE nel chiamare i numeri verdi della fornitura del gas, perchè può darsi che vi mandino subito un tecnico, per chiudere il gas o a sigillarlo, ma NON un idraulico a sistemare la perdita, intervento per il quale potreste ricevere un ultimatum in fatto di giorni per presentare una "prova di tenuta" dell'impianto del gas, successivamente alla riparazione. Quindi pagare due interventi idraulici.

Potreste appunto evitare di pagare chiusure e aperture della fornitura intervenendo con un tecnico abilitato di fiducia, il quale certificherà l'intervento e assicurerà la tenuta dell'impianto del gas.

Se questi non fosse reperibile per un consiglio, contattare immediatamente il fornitore gas domestico.

Certificazione di conformità per l'impianto del gas

Al termine di qualsiasi intervento sulla rete del gas, che sia un'operazione di posa da ex-novo, di riparazine, di modifica qualsiasi o di costruzione nuova, è OBBLIGATORIO che l'idraulico che effettua l'intervento rilasci sempre regolare dichiarazione di corretta posa/installazione/allacciamento a regola d'arte e secondo le normative che sono due principali: UNI 7129 e UNI TS 11343.
La compilazione della certificazione di conformità attesta, unita alla visura camerale del tecnico, la corretta esecuzione di qualsiasi intervento sull'impianto del gas.

Recentemente è stata anche resa indispensabile per l'allacciamento della cucina e l'installazione e collegamento di piani cottura, scaldabagni elettrici ed a gas, caldaie a gas di ogni tipologia.

Approfondisci su:

 

>> Installazione impianto idrico

>> Impianto di riscaldamento

>> Impianto di condizionamento

>> Impianti a Milano

 

Collaboriamo conCentro Assistenza Autorizzato "Sylber, Vaillant, Hermann" e "Beretta" ed installatori di qualsiasi tipologia di caldaie e scaldabagni.

 

Chiama gli idraulici professionisti di Idraulico In al NUMERO 349 21 375 91 oppure compila il form per essere ricontattato, i nostri tecnici saranno a tua disposizione per risolvere con rapidità ogni problema idraulico e termoidraulico a Milano, Monza e Brianza.

Letto 207865 volte

107 commenti

  • Link al commento Idraulico IN Mercoledì, 27 Settembre 2023 15:39 inviato da Idraulico IN

    Gentile Sig.Giorgio, grazie per averci contattato.
    Il nostro termoidraulico purtroppo conferma il fatto che la garanzia, salvo differenti accordi fra di voi, finisca dopo i due anni. Fatta eccezione però delle situazioni riscontrate non conformi già in partenza, per le quali si ha molto più tempo di intervenire a reclamo, circa 10 anni in caso di vizi nascosti.
    Ci limitiamo però a fornire esclusivamente un parere attenendoci alle normative, nel suo caso sarebbe opportuno il parere di un perito tecnico e di un avvocato, figure che attualmente noi non ricopriamo. Le suggeriamo altri link che parlano delle normative.
    Grazie e Cordiali Saluti.
    Idraulico IN

    https://www.idraulicoin.it/idraulico/normative-e-leggi

    https://www.idraulicoin.it/idraulico/norme

  • Link al commento Giorgio Mercoledì, 27 Settembre 2023 12:51 inviato da Giorgio

    Buongiorno, la mia è una semplice domanda dopo una piccola premessa. Siamo, 5 anni fa sono state sostituite le tubature private che arrivano ai contatori del gas esterni, siamo in un condominio. Oggi, dopo 5 anni, 2 di questi tubi (corrispondenti a 2 contatori di due inquilini) perdono. Precisamente perdono nella prima curva sotto il contatore che scende nel sottosuolo, la perdita è esterna e non nel sottosuolo. Mi chiedo se chi ha fatto i lavori 5 anni fa, debba rispondere della riparazione. Loro dicono che la "GARANZIA DEL LAVORO" è di soli 2 anni e che quindi i 1200 euro di lavoro richiesti da un altro idraulico sono interamente a carico dei proprietari dei contatori. Possibile che un lavoro del genere dopo soli 5 anni sia già da ripetere? Grazie mille per la risposta.

  • Link al commento Idraulico IN Lunedì, 11 Settembre 2023 15:15 inviato da Idraulico IN

    Gentile Sig. Antonio, grazie della preferenza, nel suo caso dovrebbe richiedere all'amministratore o a chi ne fa le veci di visionare la dichiarazione di conformità per la modifica effettuata, questa va redatta per legge.
    In secondo tempo, verificatane la conformità potrà decidere se esserne soddisfatto per le ragioni di cui ci scriveva oppure di evidenziare anomalie o problemi interni che può creare a livello condominiale, anche richiedendo venga indetta un'assemblea per discuterne.
    Grazie e Cordiali Saluti.
    Idraulico IN

  • Link al commento Antonio Lunedì, 11 Settembre 2023 10:13 inviato da Antonio

    Salve a tutti!. In un condominio al primo piano ( giardino passano dei tubi del gas ) io abito al secondo piano è il condomino sottostante ha manomesso la tubatura alzandola da terra perché ovviamente doveva fare il pavimento nel suo giardino ovviamente senza avvisarmi e senza autorizzazione da parte mia …… cosa posso fare secondo voi?

  • Link al commento idraulico Milano Martedì, 02 Maggio 2023 10:24 inviato da idraulico Milano

    Buongiorno Serena, la maniera migliore per riattivare l'utenza, nel suo caso, è verificare se l'ultima chiusura dell'utenza risalga a meno di 24 mesi. Qualora il contatore fosse sigillato o assente da oltre questo periodo è obbligatorio produrre tutta la nuova documentazione.
    Sempre importante recuperare eventuali dichiearazioni di conformità precedenti per integrarle, specie in situazioni esistenti e presumibilmente datate.
    Per qualsiasi info può scriverci o contattarci al numero che trova in tutte le pagine.
    Suggeriamo alcuni link di riferimento.
    Grazie e Cordiali Saluti.
    Idraulico IN

    https://www.idraulicoin.it/idraulico/interventi-idraulici

    https://www.idraulicoin.it/idraulico/normative-e-leggi

    https://www.idraulicoin.it/idraulico/norme

    https://www.idraulicoin.it/idraulico/certificazione-energetica-2-0

  • Link al commento Serena P. Martedì, 02 Maggio 2023 10:22 inviato da Serena P.

    Buongiorno, sono una nuova inquilina di un appartamento in affitto ad Agrate Brianza, per riallacciare il gas il gestore mi chiede la certificazione di conformità dell'impianto del gas che purtroppo il vecchio inquilino non mi fa avere, il padrone di casa ne è sprovvisto e per evitare tempi troppo prolungati chiedo gentilmente come fare e le modalità, vi risulta che non possa richiedere la riattivazione del gas senza la certificazione?come si procede?
    grazie anticipatamente.
    Serena

  • Link al commento jamiell16 Giovedì, 16 Marzo 2023 11:11 inviato da jamiell16

    Vi ringrazio per tutte le informazioni che avete reso disponibili sugli impianti a gas. Cercavo un idraulico installatore di impianti anche a gas nella mia zona, ma ho visto che voi operate al nord altrimenti vi avrei contattato. Complimenti

  • Link al commento Idraulico Milano Domenica, 10 Luglio 2022 05:20 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Fabio,
    grazie della preferenza e buongiorno. Può informarci meglio quanto a tipologia di lavorazione certamente anche con foto e video: il numero watsup è 3492137591.
    La invitiamo a contattarci per essere aiutato e ricevere preventivo omnicomprensivo e dettagliato.
    Grazie e Cordiali Saluti.
    Idraulico IN

  • Link al commento Filippo Bellasio Giovedì, 07 Luglio 2022 07:39 inviato da Filippo Bellasio

    Buongiorno,

    Avrei bisogno di effettuare uno spostamento di tubature del gas, per poter portare dei lavori di ristrutturazione della cucina.
    Inviando foto e spiegando il tutto, si potrebbe avere un preventivo?

  • Link al commento Idraulico Milano Domenica, 03 Aprile 2022 04:58 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Lorenzo, grazie della preferenza, la normativa UNI 7129 consente la posa della tubazione ad una determinata quota minima dal muro perimetrale ma si intende al piano terra (o livello di campagna), parliamo di un massimo di 30 cm, passando a terra intorno al perimetro.
    Le suggeriamo una tubazione esterna o segnalata con veletta aggiuntiva/canalina di copertura.
    Suggeriamo alcuni link con video di riferimento.
    Grazie e Cordiali Saluti.

    https://www.youtube.com/shorts/VAyq1RyQWas

    https://www.idraulicoin.it/idraulico/normative-e-leggi

  • Link al commento Lorenzo Sabato, 02 Aprile 2022 04:55 inviato da Lorenzo

    Salve, dovendo fare lavori di ristrutturazione gradirei sapere se la normativa attuale prevede la possibilità di interrare il tubo del gas in un balcone lungo circa 20 metri.
    Cortesi saluti

  • Link al commento Idraulico Milano Martedì, 16 Novembre 2021 06:02 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Giancarlo, grazie della preferenza, il nostro termoidraulico sottolinea l'importanza della tipologia di distribuzione che, qualora fosse a collettore orizzontale con mandate verticali potrebbe equalizzare le portate e penalizzare "tutti e nessuno", in quanto le carenze si distribuiscono in tutti i punti degli impianti, in forma abbastanza omogenea.
    Qualora l'impianto venga male dimensionato o con diramazioni tangenti lungo il percorso potrebbero venire penalizzate alcune utenze, le più lontane dalla distribuzione principale.
    Le suggeriamo un link con normativa dimensionamento impianti

    Grazie e Cordiali Saluti.
    https://www.idraulicoin.it/idraulico/norme#dimensionamento-impianto

  • Link al commento Giancarlo Mercoledì, 10 Novembre 2021 16:46 inviato da Giancarlo

    Buonasera,
    chiedo cortesemente una informazione:
    è in corso di realizzazione un estendimento di rete gas metano, che parte da un tubo esistente polietilene diam 100 mm.
    La strada dove viene posato è molto ripida, circa 200 m di lunghezza, con utenze su tutto il percorso ( circa 12 ).
    Nel caso la pressione fosse insufficiente, chi resterebbe penalizzato, quelli più in basso o quelli più in alto?
    Grazie per la risposta che vorrete darmi.

  • Link al commento Idraulico Milano Lunedì, 13 Settembre 2021 15:53 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Antonio, generalmente entro i 10m di lunghezza il mezzo pollice rende sufficiente la portata in dinamica, ogni strozzatura/riduzione/raccordo più stretto determinerà la dinamica della portata nonostante il mezzo pollice del tubo.
    Senza alcun rilievo sul posto viene difficile il calcolo del dimensionamento, tuttavia possiamo suggerirle delle normative che parlano appunto della distribuzione dimensionata degli impianti idraulici e termoidraulici.

    Sperando di aver chiarito meglio porgiamo Cordiali Saluti.
    Idraulico IN

    https://www.idraulicoin.it/idraulico/norme#dimensionamento-impianto

  • Link al commento Antonio annis Lunedì, 13 Settembre 2021 07:21 inviato da Antonio annis

    Che tubo devo usare e che diametro per collegare il gas dal contatore ai fornelli o alla caldaia?

  • Link al commento Antonio annis Lunedì, 13 Settembre 2021 07:15 inviato da Antonio annis

    È sufficiente tubo in ferro zincato filettato da mezzo Police ,dal contatore gas ai fornelli,o alla caldaia?

  • Link al commento Idraulico Milano Domenica, 12 Settembre 2021 16:01 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Patrizia, la T per dividere le due utenze deve essere a vista e l'impiantoa norma, in secondo luogo controllare il dimensionamento ovvero se il diametro delle tubazioni è sufficiente per le portate dinamiche necessarie agli apparecchi a gas.
    Grazie e Cordiali Saluti,
    Idraulico IN

  • Link al commento Patrizia Giovedì, 02 Settembre 2021 12:22 inviato da Patrizia

    Buongiorno vorrei un informazione su impianto del gas..
    Può dal contatore del gas partire un solo tubo del gas che poi con una T si dirama per portare il gas al piano cottura e alla caldaia??

InizioPrec123456SuccFine

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 

Assistenza idraulici

 

Compila il mio modulo online.

Interventi idraulici

Sanitrit

sanitrit

Tutto sul trituratore Sanitrit. Tutti i modelli, quando e quale modello acquistare, i prezzi, le migliori offerte e tutti i consigli per l'installazione direttamente dall'idraulico di Idraulico in!