CHIAMA SUBITO 349 2137591

Assistenza idraulici

Impianto di riscaldamento a pavimento a Brugherio (MB)

Scritto da 
Vota questo articolo
(109 Voti)

Impianto di riscaldamento a pavimentoImpianto di riscaldamento a pavimento a Brugherio (MB)

A Brugherio abbiamo realizzato un impianto termico di riscaldamento a pavimento, in altre pose detto anche "a pannelli radianti".

Utilizziamo questo esempio di intervento idraulico per saperne di più sull'impianto di riscaldamento a pavimento, nella fattispecie parliamo di:

-) Impianto termico a pavimento: definizione

-) Come progettare un impianto a pavimento

-) Di quali certificazioni necessita

-) Materiali di posa

-) Posa in opera e collaudo

-) Interventi su impianti esistenti

-) Pulizia impianto riscaldamento a pavimento

Che cos'è? Definizioni

Il riscaldamento a pavimento è un impianto di riscaldamento disposto al di sotto della pavimentazione, circuito chiuso distribuito in maniera da irradiare uniformemente l'ambiente a partire dal basso. L'impianto termico a pavimento è da considerare tra gli elementi primari di una abitazione in classi energetiche efficienti.

In questa pagina prendiamo come esempio un impianto di riscaldamento a pavimento di tipo domestico, in un appartamento di circa 70mq.

Come funziona?

il principio di funzionamento è sempre quello di "andata/ritorno" perché allacciato ad una caldaia a condensazione, in alcuni casi combinato con unità ventilanti. Si parla di zone perché ognuna di esse corrisponde ad un'area di pavimento (non per forza una stanza intera, anche suddivisa in più zone) da riscaldare, concettualmente con un quantitativo ed una distribuzione del tubo simile al numero di elementi di un ipotetico calorifero tradizionale, chiaramente considerando ben altre variabili e temperature.

Da dove si parte...

Per effettuare un impianto di questo tipo occorre necessariamente l'intervento idraulico di un tecnico abilitato, ma soprattutto indispensabile prima di ogni cosa è il calcolo energetico dei valori termici da parte di un Termoidraulico-termotecnico che valuterà:
- le dispersioni di calore
- infiltrazioni, umidità e isolamento
- tutti i valori energetici da considerare per stabilire delle costanti termiche

L'impiainto a pavimento ha molta resa in locali termicamente ben isolati, l'acqua infatti girerà a circa 30°C.

 

Impianto termico a pavimento: certificazione energetica

Molto influirà sulla certificazione energetica di un impianto di riscaldamento di questo tipo, poiché quest'impianto permette un'ottimizzazione nella diffusione del calore, specialmente se allacciato ad una caldaia a condensazione, anche a basse temperature e pressioni, quindi anche di emissioni.

Il risultato è non solo ecologico, bensì anche economico.

Chiaramente per la posa si effettuerà comunque una certificazione di conformità.

Riscaldamento a pavimento: occorrente necessario

I materiali di posa di un impianto di questo tipo possono essere di svariate marche, ognuna con il suo brevetto, ttuttavìa tutte con materiali plastici o speciali multistrato a conduzione termica. Ormai abbandonato, anche se tutt'ora in grande utilizzo, il rame.

Prima di questo intervento l'idraulico, il termotecnico ha stabilito quanto materiale occorrerà (tubo impiegato e isolamento del sottofondo) per l'impianto, dove e come posizionare i sistemi di riscaldamento della casa.

Materiale:

-) Tubazione multistrato della giusta lunghezza calcolata su piantina, da termotecnico;

-) Pannelli bugnati isolanti di spessore minimo 3,5 cm, per isolare ed incastrare la tubazione;

-) Collettore di mandata e ritorno che collegheremo alle rispettive in caldaia con raccordi, sistema di sfiato, valvole a sfera e termostati

-) Cassetta da incasso per collettore, che il muratore ha già posato in fase di ricostruzione nella ristrutturazione;

-) Raccordi della stessa marca del collettore e compatibile con la tubazione multistrato DN 16x2 mm (diametro x spessore).

Impianti idraulici di riscaldamento a pavimento: posa

La prima cosa che bisogna fare per posare un impianto di questo tipo è assicurarsi che siano stati effettuati tutti gli impianti idraulici per acqua sanitaria dell'appartamento, perché sono quelli che rimangono sotto il primo massetto ovvero il primo strato di calcestruzzo o cemento o sottofondo.

Al di sopra avremo poi gli impianti elettrici.

Fase 1

Il secondo massetto andrà a creare la base uniforme su cui posare uno strato di pannelli composti da materiale isolante (come il pvc, polistirolo, leghe di plastica, etc).

Fase 2

Per la realizzazione del terzo ed ultimo massetto, il muratore ha utilizzato un prodotto additivo creato appositamente per dare maggiore elasticità al sottofondo durante le varie fasi di assestament per via della dilatazione scaturita dal calore del circuito di riscaldamento sottostante.

Fase 3

Il terzo massetto verrà isolato prima lateralmente da una fascia perimetrale che percorre tutta la casa per 30 cm di altezza, poi orizzontalmente incastrando i vari pannelli per la posa dell'impianto e quindi preparandoci alla posa dei tubi e del collettore.

 

NB: indispensabile il coordinamento idraulico-muratore.

 

Tutti i materiali utilizzati per questo tipo di intervento idraulico sono stati ordinati da un unico fornitore in maniera tale da garantire il completo lavoro essendo in possesso di tutte le componenti idrauliche della stessa marca e quindi compatibili fra di loro, oltre che per questioni di garanzia sugli impianti di cui potrà godere l'installatore (in questo caso il nostro idraulico di Brugherio), nonchè il committente consumatore finale e primo responsabile del locale.

 

Collaudo impianto termico

Una volta posati tutti gli impianti seguendo lo schema che ci ha fornito il nostro termotecnico di Brugherio (MB), il quale ha stabilito il "come, in quali zone e quanti m di tubo", è stata effettuata la cosiddetta prova di pressione del circuito di riscaldamento per verificarne la tenuta (fino a circa 10 bar), spurgarlo da tutte le eventuali bolle d'aria che dovranno essere colmate dall'acqua e successivamente il corretto funzionamento, ovvero se il riscaldamento funziona con andata e ritorno in maniera regolare ed efficiente.

 

Tutti i controlli ed i documenti di attestazione di corretta esecuzione degli impianti sono state compilate e rilasciate dai tecnici abilitati che hanno installato il circuito di riscaldamento.

 

L'intervento dunque è stato convalidato ed ora il cliente è soddisfatto e... al caldo! 

 

Interventi su impianti esistenti

Molteplici gli interventi idraulici per la manutenzione ed il miglioramento energetico degli impianti termici in generale e maggiormente per quelli tradizionali, tuttavìa non è da trascurare la formazione di alghe e depositi anche nell'impianto di riscaldamento a pavimento.

Manutenzione ed efficienza termica

Maggiore sarà la manutenzione e maggiore sarà la resa termica, questo è indubbio. E' anche vero che il miglioramento della resa è direttamente proporzionale alla conduzione di calore in tutti i sensi, risulta quindi importante anche l'utilizzo di liquidi vettori a maggiore conduzione dell'acqua che riempie appunto il circuito termico.

Inutile ricordare che per l'installazione di caldaia a condensazione è OBBLIGATORIO il defangatore magnettico sotto l'apparecchio. 

Pulizia impianto di riscaldamento a pavimento

Il ripristino energetico di impianti a pavimento esistenti ci permette di risparmiare ulteriormente perché la maggior parte degli impianti è stato caricato inizialmente ad acqua (del rubinetto di cantiere per intenderci) e dopo circa 5 o 6 anni comincia a sviluppare fanghiglie e principi di ostruzione o stratificazioni interne, anche leggere.

E' per questo motivo fondamentale sia un lavaggio dele tubazioni che l'immissione di liquido vettore prestante a livello conduttivo in fatto di calore.

Il lavaggio di un impianto di riscaldamento a pavimento è senza dubbio la miglior manutenzione che si possa effettuare a risanamento conservativo di materiali e prestazioni, quindi con grandi risultati nel tempo di risparmio energetico e salute.

Sarà sufficiente, infatti, una temperatura più bassa ed omogenea per un ambiente più salubre e controllato termicamente.

Costi

La pulizia degli impianti termici varia a seconda dei materiali in opera, quantitativo di acqua nell'impianto e mole di sporcizia o distribuzione differenziata degli impianti o modifiche aggiuntive scompensanti. Ecco un link con alcuni esempi di lavaggio completo di impianto termico a pavimento e relativi costi. Generalmente si va dalle 400/500€ in su, rimanendo in ambito professionale e con garanzìa di intervento.

 

Chiedi al nostro idraulico come risparmiare con il nuovo Conto termico 2.0 con l'installazione di una nuova caldaia o immediatamente con fattura ad IVA 0% !!!

 

Chiama gli idraulici professionisti di Idraulico In al NUMERO 349 21 375 91 oppure compila il form per essere ricontattato, i nostri tecnici saranno a tua disposizione per risolvere con rapidità ogni problema idraulico e termoidraulico a Milano, Monza e Brianza.

 

Siamo Centro Assistenza Autorizzato per Caldaie e Scaldabagni a gas.

Per contattare un esperto idraulico gratuitamente e senza impegno, compila il seguente modulo:
Nome:
Email:
Telefono:
Messaggio opzionale:
Trattamento dati: Acconsento al trattamento dei dati (clicca per informativa privacy) e dichiaro di essere maggiorenne

 

Letto 7401 volte

39 commenti

InizioPrec123SuccFine

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 

Assistenza idraulici

 

Preventivo online

Per contattare un esperto idraulico gratuitamente e senza impegno, compila il seguente modulo:
Nome:
Email:
Telefono:
Messaggio opzionale:
Trattamento dati: Acconsento al trattamento dei dati (clicca per informativa privacy) e dichiaro di essere maggiorenne

Interventi idraulici

Sanitrit

sanitrit

Tutto sul trituratore Sanitrit. Tutti i modelli, quando e quale modello acquistare, i prezzi, le migliori offerte e tutti i consigli per l'installazione direttamente dall'idraulico di Idraulico in!