CHIAMA SUBITO 349 2137591

Assistenza idraulici

Installazione scaldabagno a gas

Vota questo articolo
(175 Voti)

Scaldabagni a gas: dove installare e norme tecniche

Installazione-scaldabagno-a-gas-Milano

Installare il boiler: parametri primari

Il primo quesito che l'idraulico si deve porre, prima di procedere all'installazione di un boiler a gas è (senza dubbio) se conviene riparare o sostituire, subito dopo il luogo dove installarlo.

Sostituzione o riparazione? Clicca qui e approfondisci...

Tutto quello che bisogna sapere prima di installare un nuovo scaldabagno

_ Dov'è vietato?

_ Normativa di riferimento

_ Consigli: meglio 11 o 14 litri?

_ Installazione: interno o all'esterno?

_ Scarico fumi

_ Costi, Offerte e detrazione fiscale

_ Fornitura in offerta

Dove posizionare lo scaldabagno a gas: cosa dicono le normative?

Presenti delle normative che vietano l'installazione dello scaldabagno a gas in determinate posizioni o in determinati ambienti, come ad esempio:

Idraulico Milano il locale in cui si dorme;

Idraulico Milano monolocale;

Idraulico Milano locale sprovvisto di presa di areazione;

Idraulico Milano sopra il piano cottura o fonti di calore;

Idraulico Milano all'esterno se camera aperta (di tipo B) tiraggio naturale;

Idraulico Milano a meno di 1,5 m da contatore del gas o elettrico.

Scaldabagno a gas in bagno: dove installarlo?

L'installazione in bagno di un boiler a gas non deve effettuarsi sopra apparecchi sanitari o fonti di calore e mai in corrispondenza diretta di acqua su presa di corrente. ATTENZIONE.

Altrettanto vero e bisogna ricordarlo, vista la confusione generale su questo argomento, che non esistono normative che impediscano l'installazione di uno scaldabagno di tipo C, quindi con tiraggio forzato e camera stagna, anche in un bagno, se il locale rispetta chiaramente le caratteristiche richieste.

Il locale di installazione scaldabagno a gas

Il locale dovrà essere provvisto di prese di areazione su facciata per ventilazione ed areazione locale (min 160mm diametro, h 50mm circa da terra), data la presenza di impianto del gas.

In questa pagina parleremo in maniera molto chiara e semplice della traduzione delle normative con esempi e consigli su dove si può o dove non si può installare.

Installazione scaldabagno a gas: normativa

Installare un dispositivo energetico come lo scaldabagno oggi richiede obbligatoriamente il rilascio di certificazione di conformità per garantire il corretto allacciamento alla rete idrica ed al gas secondo le norme di buona tecnica e a norma di legge, oltre che a regola d'arte.

Queste norme corrispondono alle normative UNI 7129 e 7131 e normative CEI 64-8 e 64-9 con relative successive integrazioni e modifiche. Di seguito scopriamo dove è possibile, tradotto in parole povere, installare uno scaldabagno a gas.

Il Decreto Ministeriale del 17/03/03 infine ne definisce il corretto funzionamento tramite la compilazione, da parte dell'idraulico, di un libretto di impianto.

Meglio 11 o 14 litri?

Scaldabagno-a-gas-meglio11-o-14-litriLa scelta della capacità di uno scaldabagno a gas varia secondo diversi fattori, ad esempio la grandezza dell'appartamento, la distanza tra scaldacqua e l'utenza (bagno o cucina) più distante di un rubinetto, l'utilizzo che se ne fa, il numero di bagni esistenti e la frequenza con cui si utilizzano appunto i servizi, sempre in relazione con quantitativo di fiamma e giusta portata dell'acqua.

Possiamo comunque stilare differenze tecniche ed abbinarle ad un consiglio idraulico per aiutare a scegliere lo scaldabagno migliore:

idraulico 11 litri se possediamo un bagno e una cucina entrambi a meno di 7 metri di distanza ed una portata efficiente della tubazione a livello di quantitativo di acqua passante dall'apparecchio;

idraulico 14 litri se possediamo più di un bagno o il servizio è molto distante dalla sorgente di calore per cui serve riscaldare più litri nello stesso momento, come appunto l'utilizzo di più utenze contemporaneamente.

Queste due differenze sono valide per lo scaldabagno a gas ed anche per le per la scelta della caldaia da acquistare, insieme ad altri parametri come kW di potenza, rendimento, etc.

NB:ATTENZIONE A NON ESAGERARE CON IL NUMERO DI LITRI, ricordiamoci che si allunga il percorso dell'acqua calda che potrebbe risentire di una perdita di portata nei casi di poca pressione o poca affluenza di acqua. In questo caso può essere indispensabile un RIPRISTINO DELLA PORTATA anziché un aumento dei litri del boiler a gas.

Luoghi di installazione: normative

Lo scaldabagno a gas si può montare, a seconda della tipologia di apparecchio, sia all'interno di un locale, di un'abitazione, di un piccolo ufficio, che al di fuori in maniera semi-protetta oppure direttamente all'aperto se di tipo C, sulla parete quindi di un balcone, facciata esterna(previo consenso amministrativo) oppure in bagno.

Vi sono poi dei locali adibiti, mai al di sotto della cosiddetta "altezza di campagna" o livello del terreno, dove possiamo installare scaldabagni a gas, purché si rispettino le aperture di ventilazione in maniera calibrata.

Il boiler a gas ha bisogno di un allacciameto alla rete del gas domestico metano o (con una modifica agli ugelli) a gpl a mezzo di valvola di intercettazione, un allacciamento alla rete idrica di acque chiare sia calda che fredda, un collegamento alla rete elettrica oppure munito di batterie che alimentano una scintilla che innesca la combustione.

Scaldabagno all'interno

Per installare un boiler all'interno del locale, anche da ex-novo, si consiglia la scelta di un camera aperta solo se si è sicuri della canna fumaria, lo scaldabagno a camera aperta può essere installato solo all'interno di un locale, tuttavia deve rispettare il corretto tiraggio del camino (canna fumaria) o si deve passare a camera stagna.

Molto simile all'installazione caldaia.

Scaldabagno all'esterno: normative

Per una tutela maggiore ed una serie di condizioni di posa che lo permettono, oltre alle norme di sicurezza DM37/08 e UNI7129, per il condominio si consiglia sempre l'installazione del boiler a gas all'esterno dell'abitazione o in un locale all'aperto.

Spesso è la soluzione migliore, talvolta l'amministratore non lo consente, ma se è l'unica soluzione, il progettista deve dichiarare l'impossibilità di evacuazione a tetto. E' giusto ricordare che se le regole condominiali lo vietano si è comunque passibili di multe o penali.

Nel caso in cui lo scaldabagno a gas si possa montare solo esternamente e cioè a contatto atmosferico, occorre che sia munito di un kit-antigelo che permette ai tubi collegati sotto il boiler di non congelare.

Kit anti-gelo: obbligatorio?

Per gli scaldabagni esposti e privi di alcun sistema per il gelo, come ad esempio la partenza automatica per qualche secondo a rilevazione del troppo freddo, esiste il kit antigelo.

Il kit-antigelo infatti è un sistema che rileva, tramite un termostato di comando, la temperatura inferiore ai -5 gradi e fa surriscaldare una coppia di elettrodi o resistenze (col loro cablaggio e settaggio) che riscaldano i tubi di collegamento e ne impediscono il congelamento. Sempre obbligatorio per apparecchi esposti e senza coperture, consigliato in generale.

Tipologia di apparecchio

Lo scaldabagno a gas montato all'esterno deve essere obbligatoriamente a camera stagna, quindi con l'ispezione della fiamma completamente chiusa da un vetro o inesistente affinché i colpi di vento non influenzino la combustione o ne impediscano l'accensione, inoltre la camera stagna consente l'ingresso e l'uscita di comburente e fumi di combustione.

ATTENZIONE: se le regole dell'amministrazione VIETANO l'installazione per questioni di "decoro" si potrà incorrere in sanzioni condominiali, anche se installato a norma.

Il tubo di scarico dello scaldabagno a gas

Scarico-fumi-caldaia-e-scaldabagno-min

Lo scarico dello scaldabagno sarà collegato ad una rete di scarico fumi, a tiraggio naturale se si tratta di tipo "B" ed a un tiraggio forzato (singolo o collettivo) se di tipo "C".

Quest'ultima norma è obbligatoria per le nuove installazioni, mentre troviamo ancora in opera alcuni vecchi modelli che hanno uno scarico in canna fumaria individuale, o addirittura all'aperto, su facciata.

Questi boiler verranno sostituiti dall'idraulico che dovrà, vista la nuova normativa, cercare una soluzione di montaggio alternativa con una verifica preliminare e sempre secondo le norme appropriate al nuovo scaldabagno a gas, costituirà lo scarico fumi in maniera coerente.

Altre situazioni

Possiamo trovare diverse ubicazioni per lo scaldabagno a gas.

Si può montare in bagno, si può installare in cucina, in ogni posto dove confluiscano utenze sia di acqua che di corrente, ammesso che non si tratti del locale in cui si dorme e/o che il locale non rispetti le normative di costruzione idonee e nei monolocali.

In ogni caso (salvo rare eccezioni), l'installazione dello scaldabagno avviene all'interno di un edificio e mai all'esterno, poichè l'inverno potrebbe congelare o comunque ostacolare eccessivamente l'accumulo di calore.

Manutenzione dello scaldabagno a gas

La manutenzione del boiler a gas è fondamentale fin dai primi due o tre anni di vita, un'intervento di pulizia e revisione può tornare utile per rallentare l'invecchiamento dei componenti principali.

Nella città di Milano (MI), dove i nostri idraulici hanno riscontrato una maggiore durezza totale dell'acqua, la manutenzione dell'apparecchio sanitario, l'installazione di un filtro e la pulizia periodica è quasi indispensabile.

Generalmente le misure di sicurezza necessarie per uno scaldabagno elettrico ivece, sono minori rispetto a quelle necessarie per uno scaldabagno a gas.

Gli interventi di assistenza sono per lo più operazioni di riparazione, di pulizia e revisione.

Quanto costa installare uno scaldabagno a gas?numero-telefono

Installazione certificata e ponderata secondo la giusta necessità (risparmio energetico) con FORNITURA apparecchi IN GIORNATA!

Chiedi al nostro idraulico come risparmiare con il nuovo Conto termico 2.0 con l'installazione di una nuova caldaia o immediatamente con fattura ad IVA 0% !!!

Installazione scaldabagno a gas: prezzi

Non si può definire una cifra esatta per la sola operazione di installazione o sostituzione del boiler a gas, questo per le differenti situazioni che possiamo trovare in un locale con scaldabagno esistente oppure con punto acqua e impianto gas da creare.

Possiamo fare una stima dei costi di intervento, quanto alla manodopera, con degli esempi pratici sulla base di casistiche più comuni, ad esempio:

Scaldabagno a gas tiraggio naturale x tiraggio naturale

Se l'idraulico sostituisce la stessa tipologia di scaldabagno, ad esempio un boiler da 11 litri a camera aperta, si spende una cifra a partire da 199€ iva esclusa e da concordare col tecnico, anche in loco.

Questo prezzo include intervento e uscita, esclude solo lo scarico fumi (che in questo caso potrebbe coincidere).

Scaldabagno a gas tiraggio naturale x tiraggio forzato

Differente è invece quando si passa da camera aperta a camera stagna, in questo caso andremo ad intervenire radicalmente sullo scarico fumi e ci saranno da aggiungere interventi per fori su facciata, prolungamento dello scarico a tiraggio forzato ed aspirazione fino a tetto e/o su facciata esterna, i costi variano anche a seconda della presenza ed idoneità degli impianti di fornitura combustibile (metano o gpl) e dalla corrente (0/1) da portare al boiler.

Detrazione fiscale installazione

Per il passagio ad apparecchio a camera stagna in classe A o superiori sono previste varie opzioni per la detrazione fiscale, fino al 65%.

Inoltre può esserci un ulteriore risparmio in base all'IVA, aliquota per la quale ogni tecnico tecnico potrà indicare varie offerte a favore del risparmio immediato, piuttosto che nel lungo termine del committente.

Chiedi subito a un tecnico come fare:

>>clicca QUI e chiama ORA<<<

Scaldabagno a gas: installazione convenzionata

Prezzo speciale per l'acquisto online tramite il nostro sito

Per tutti i clienti che acquisteranno uno scaldabagno a gas a partire da questa pagina, ovvero cliccando su questo link-offerta-scaldabagni o l'immagine di Amazon del boiler a gas nella pagina acquista scaldabagno a gas, per poi ordinarlo, riceverà un vero e proprio TRATTAMENTO SPECIALE!

Installazione boiler a gas: prezzo normale

I nostri idraulici abilitati all'installazione di scaldabagni a gas, riescono a garantire, nonostante il costo medio della sostituzione boiler vada dalle 220€ più Iva in su (ad es. Milano e Monza Brianza, provare per credere...), un prezzo PROMOZIONALE a partire dalle € 199 escluso Iva e materiali di allacciamento EVACUAZIONE FUMI, per i quali sarà necessario stabilire la lunghezza e la misura per lo scarico ed aspirazione.

Scaldabagno a gas: costo installazione convenzionata

Il costo per l'installazione del nostro idraulico, pur essendo già di per sé vantaggioso rispetto ai prezzi sul mercato attuale, viene ULTERIORMENTE RIBASSATO e bloccato ad € 199 per uno scaldabagno a gas acquistato a partire da questa pagina.

Come fare per avere lo sconto sull'installazione boiler a gas?

Semplicissimo: basterà comunicarci, previo appuntamento per la sostituzione, il codice dell'articolo o della consegna assegnato da Amazon.
Otterrete così un'installazione convenzionata per il vostro nuovo scaldabagno a gas aggiungendo soltanto € 199!!!
Il lavoro di installazione si intende compreso: uscita, intervento completo di materiali di allacciamento acqua e gas, documentazione certificata e fatturazione. Resta sempre da valutare in loco la disposizione dello scarico fumi, questo sempre ai fini di evitare incomprenzioni ed avere maggiore chiarezza con l'utente.

Attenzione: questa offerta è valida mostrando il codice al momento dell'arrivo del tecnico idraulico in loco, subordinatamente alla presenza dell'apparecchio.

Installazione scaldabagno a gas: prezzi dei nostri idraulici

Il prezzo che viene descritto in questa pagina è privo di IVA, inoltre molto inferiore rispetto ai prezzi di mercato attuali,

non solo..

..abbiamo deciso di incentivare anche installazioni con fornitura apparecchio, questo per garantire anche assistenza dopo l'installazione.

Alcuni dei nostri idraulici di Milano e Monza Brianza sono provvisti di Partita a regime agevolato con Iva 0% ai sensi del regime fiscale ex Art.1 Commi 96-117, Legge 244/2007 come modificata dall'Art.27 del DL 98/2011, pertanto si otterrà un prezzo totale fatturato senza aggiunta di Iva e quindi con risparmio immediato di circa il 35%, al posto di effettuare la classica detrazione dilazionata recuperabile in 10 anni, per qualsiasi importo.

Novità: hai mai pensato di pulire le tubature idriche sanitarie prima di sostituire l'apparecchio?

Il lavaggio dell'impianto spesso si sostituisce o si abbina alla sostituzione per una maggiore resa termica, oltre che aumento di portata.

I nostri idraulici effettuano questo tipo di intervento in maniera specializzata e con procedimenti efficaci, sia chimici che controlavaggi ad acqua.

Scopri come e quanto costa.

 

Passa a:

-) Idraulico Milano Assistenza scaldabagni

-) Scaldabagno elettrico -> Installazione dello scaldabagno elettrico

-) Scaldabagno a gas-> Installazione dello scaldabagno a gas

 

Passa a:

 

Siamo Centro Assistenza Autorizzato "Sylber" e "Beretta" ed installatori di qualsiasi tipologia di caldaie e scaldabagni.

Chiama gli idraulici professionisti di Idraulico In al NUMERO 349 21 375 91 oppure compila il form per essere ricontattato, i nostri tecnici saranno a tua disposizione per risolvere con rapidità ogni problema idraulico e termoidraulico a Milano, Monza e Brianza.

Per contattare un esperto idraulico gratuitamente e senza impegno, compila il seguente modulo:
Nome:
Email:
Telefono:
Messaggio opzionale:
Trattamento dati: Acconsento al trattamento dei dati (clicca per informativa privacy) e dichiaro di essere maggiorenne

Letto 194652 volte
Altro in questa categoria: « Installazione scaldabagno elettrico

146 commenti

  • Link al commento enzo Domenica, 21 Agosto 2016 12:56 inviato da enzo

    buon pomeriggio, abito a milano vicino cinisello B.mo, dovrei sostituire uno scaldabagno a camera aperta, vorrei sapere cosa devo guardare per capire cosa scegliere come scarico fumi.
    fidenzo

  • Link al commento Idraulico Milano Sabato, 23 Luglio 2016 11:12 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Signora Anna, per l'installazione del boiler a gas, lo scarico su facciata , secondo le normative, è consentito per tutti gli scaldabagni solo di tipo "C", ovvero a camera stagna (turbo).
    L'unica restrizione può essere da parte dell'amministratore che, in caso di unanimità, potrebbe sanzionarLa, le cose cambiano se già qualcuno del palazzo ha già provveduto a scaricare i fumi in facciata.
    Altro obbligo, vista la presenza di impianto del gas, nel locale in cui vi sarà installato lo scaldabagno dovrà esserci un foro d'areazione locale almeno di 160mm. Ammesso e concesso che l'appartamento non sia un monolocale.
    Le suggeriamo un link per approfondire.
    Grazie e Cordiali Saluti.

    http://www.idraulicoin.it/idraulico/scaldabagno/installazione-scaldabagno-gas

  • Link al commento anna Venerdì, 22 Luglio 2016 14:08 inviato da anna

    Buonasera,io dovrei installare uno scaldabagno a gas esterno (al posto di uno elettrico interno). Ho le idee molto confuse riguardo alla questione scarico dei fumi. Quando è consentito uno scarico a parete? dipende anche dal tipo di scaldabagno che vado ad installare? La rin grazio anticipatamente. Anna

  • Link al commento Idraulico Milano Giovedì, 16 Giugno 2016 14:56 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Signora Maria Cristina, l'istallazione dello scaldabagno a gas deve avere uno scarico fumi che punti verso una parte non diretta ad altre camere (se si tratta di installazione esterna), per questo caso sarà sufficiente orientare il tubo di scarico.
    Nel caso in cui il boiler a gas fosse all'interno, l'uscita a parete dovrebbe essere ad almeno 4,5m di distanza da Suo balcone o finestra, ove possibile e se la struttura lo permette.
    Lo scarico di tale scaldabagno può essere montato anche più vicino a patto che non Le dia fastidio.
    In ogni caso Le consigliamo di sentire l'ASL del Suo paese per informarsi sulla normativa in merito.
    Può darsi che essa abbia stabilito una distanza minima.
    Le suggeriamo un link per approfondire.
    Grazie e Cordiali Saluti.

    http://www.idraulicoin.it/idraulico/normative-e-leggi

  • Link al commento Maria Cristina Mercoledì, 15 Giugno 2016 21:44 inviato da Maria Cristina

    Salve. Il mio vicino di casa, con il quale condivido la facciata principale, vorrebbe far installare ex novo uno scaldabagno a gas proprio su quella facciata. E' tenuto a realizzare una canna fumaria o può limitarsi ad uno scarico a parete? Ma soprattutto: tale eventuale scarico a parete quale distanza deve rispettare dalle aperture del mio appartamento? Consideri che sulla facciata principale ho sia un balcone che una camera. Grazie

  • Link al commento Idraulico Milano Giovedì, 19 Maggio 2016 15:32 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Signor Antonello, l'idraulico installatore è tenuto, soprattutto dopo Sua gentile richiesta, a certificare l'istallazione ed a fornire copia dei suoi requisiti tecnici-professionali. Le suggeriamo un link per approfondire.
    Grazie e Cordiali Saluti.

    http://www.idraulicoin.it/idraulico/normative-e-leggi

  • Link al commento Antonello Mercoledì, 18 Maggio 2016 09:47 inviato da Antonello

    Buongiorno..il tecnico continua a dire che ha preso informazioni da parecchie fonti e dice che per la sostituzione metterà timbro e firma sulla garanzia, sono sufficienti visto che lui nn altera l impianto gas e acqua esistenti, controllerà il funzionamento dopo la sostituzione....quindi chi ha ragione a riguardo ??

  • Link al commento Idraulico Milano Lunedì, 16 Maggio 2016 21:17 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Signor Antonello, l'idraulico è tenuto a rilasciare regolare certificazione di installazione, sempre.
    Le suggeriamo un link per approfondire.
    Grazie e Cordiali Saluti.

    http://www.idraulicoin.it/idraulico/norme

  • Link al commento Antonello Lunedì, 16 Maggio 2016 19:35 inviato da Antonello

    Buonasera, debbo sostituire lo scaldabagno a camera stagna attuale con un altro nuovo uguale. Non dovendo fare variazioni nell' impianto del gas e dell' acqua, ma solo una sostituzione, l' idraulico è tenuto a fare certificazione, oltre all' installazione. Grazie

  • Link al commento Idraulico Milano Giovedì, 12 Maggio 2016 15:34 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Signor Marco di Milano, l'installazione dello scaldabagno di tipo "C" in bagno è possibile se l'idraulico va ad apporre regolari modifiche (presa d'aria per impianto gas, foro d'areazione oltre che conforme impianto del gas), sarà quindi necessario un intervento idraulico, anche per creare i punti acqua e la muratura necessaria per la quale i nostri tecnici sono ben attrezzati.
    La invitiamo a contattarci, anche telefonicamente per ulteriori info e/o sopralluogo.
    Le suggeriamo un link per approfondire.
    Grazie e Cordiali Saluti.

    http://www.idraulicoin.it/idraulico/interventi-idraulici/interventi-idraulici-a-milano

  • Link al commento Marco Mercoledì, 11 Maggio 2016 21:04 inviato da Marco

    Salve,
    Vivo a Milano e vi scrivo perché dovrei sostituire uno scalda-acqua a gas a camera aperta con uno a camera stagna e spostarlo dalla cucina al bagno (adiacenti, stessa parete).
    È possibile o rappresenta un problema l'installazione in bagno dell'apparecchio?
    Grazie mille
    M

  • Link al commento Idraulico Milano Martedì, 10 Maggio 2016 20:05 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Signor Antonio, per quanto riguarda le normative di installazione, se il Suo idraulico Le ha rilasciato regolare certificazione di conformità installazione, può stare tranquillo per quanto riguarda le regolarità, se lo scaldabagno è posizionato ad almeno 4,5 m di distanza dal vicino, dovrebbe essere a posto anche per l' ASL, resta la questione condominiale, ovvero il fatto che l'amministratore Le può infliggere una multa costringendo lo spostamento, perchè le recenti leggi permettono la gestione interna degli spazi secondo criteri prettamente interni. Dunque Le consigliamo di convincere la cosiddetta "maggioranza" dei condomini e farsi fare due righe dove lo dichiarano non sarebbe male... purtroppo, anche se la normativa lo consente, deve passare dal condominio prima.
    Le suggeriamo un link.
    Grazie e Cordiali Saluti.

    http://www.idraulicoin.it/idraulico/normative-e-leggi

  • Link al commento Antonio Daminelli Martedì, 10 Maggio 2016 06:46 inviato da Antonio Daminelli

    Buongiorno
    ho fatto installare uno scaldabagno Rinnai Infinity 17 sul balcone di casa mantenendo le distanze come da normativa 7129_8.3 con tanto di certificazione da parte dell'installatore.
    Ora, a distanza di un anno, l'amministratore mi chiede la sua rimozione a seguito di una lamentela dell'anziano inquilino del piano superiore che teme per la sua salute.
    In questo contesto posso far valere il mio rispetto delle normative per mantenere l'apparecchio in posizione senza incorrere in richiami e/o sanzioni dell'ufficio igiene del comune o della ASL competente?
    Grazie e cordiali saluti
    Antonio

  • Link al commento Idraulico Milano Mercoledì, 04 Maggio 2016 17:38 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Signor Marco, è possibile ovviare il problema se il regolatore di pressione è posto dopo lo scaldabagno, in questo modo si può arrivare ad avere pari pressione sia dell'acqua fredda che della calda (salvo ulteriori incrostazioni). Tuttavia, se il regolatore si trovasse all'ingresso dell'acqua generale, aumentando la pressione generale dovrebbe comunque aiutare. Resta fermo il problema di pressione qualora i tubi fossero ostruiti perchè le strozzature che vi sono al secondo piano, considerando anche l'altezza, potrebbero fungere anch'esse da "regolatore di pressione" lasciando passare poca acqua nei tubi di portata verso il secondo piano.

    Le suggeriamo un link per approfondire.

    Grazie e Cordiali Saluti.

    http://www.idraulicoin.it/idraulico/impianti-idraulici/pulizia-impianti-idraulici/impianti-idraulici-carico

    http://www.idraulicoin.it/info

  • Link al commento marco Mercoledì, 04 Maggio 2016 12:47 inviato da marco

    buongiorno, ho un problema con il mio scaldacqua vaillant da 11 litri. lo scaldacqua serve una casa di due piani, ma se apro l'acqua fredda al piano inferiore è impossibile far accendere lo scaldacqua dal piano superiore. Sicuramente è un problema di pressione dell'acqua che risulta insufficiente al momento dell'apertura del rubinetto al piano di sotto. domanda: è possibile ovviare a tale problematica?? prendendo l'acqua per lo scaldabagno prima del regolatore di pressione della casa è sufficiente a risolvere il problema?? grazie in anticipo.

  • Link al commento Idraulico Milano Mercoledì, 27 Aprile 2016 07:38 inviato da Idraulico Milano

    Gentile Signor Anto, per l'installazione del boiler a gas è (ad oggi) obbligatorio il rilascio di regolare documentazione firmata e timbrata dall'idraulico installatore dove si attesta la regolare conformità di posa e allacciamento dello scaldabagno.
    Le suggeriamo un link per approfondire.
    Grazie e Cordiali Saluti.

    http://www.idraulicoin.it/idraulico/norme

  • Link al commento anto Martedì, 26 Aprile 2016 22:21 inviato da anto

    buongiorno, mi è stato detto che per gli scaldabagni non occorre la certificazione, come per le caldaie....è vero ? grazie

  • Link al commento idraulico Milano Venerdì, 15 Aprile 2016 13:35 inviato da idraulico Milano

    Gentile Signora Nicoletta, per l'installazione dello scaldabagno a gas deve trovare una maniera, anche esterna per fare in modo che lo scarico fumi superi i 2m di altezza dal marciapiede, può utilizzare uno sdoppiatore per dividere tiraggio forzato dall'aspirazione e portare almeno il tiraggio dei fumi a quell'altezza. Anche esternamente se consentiti dalle regole condominiali. Diversamente dovrà ricorrere a scaldabagno elettrico. Grazie e Cordiali Saluti.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 

Assistenza idraulici

 

Preventivo online

Per contattare un esperto idraulico gratuitamente e senza impegno, compila il seguente modulo:
Nome:
Email:
Telefono:
Messaggio opzionale:
Trattamento dati: Acconsento al trattamento dei dati (clicca per informativa privacy) e dichiaro di essere maggiorenne

Interventi idraulici

Sanitrit

sanitrit

Tutto sul trituratore Sanitrit. Tutti i modelli, quando e quale modello acquistare, i prezzi, le migliori offerte e tutti i consigli per l'installazione direttamente dall'idraulico di Idraulico in!