CHIAMA SUBITO 349 2137591

Assistenza idraulici

Pulizia degli impianti di carico acqua

Vota questo articolo
(199 Voti)

Pulizia impianti idraulici - acqua sanitaria


Pulizia impianti idrauliciLa pulizia delle tubazioni di un impianto di carico dell'acqua consiste nel lavaggio di tutti i componenti relativi all'impianto idrico-sanitario o termico, per far sì che l'impianto funzioni sempre correttamente e libero da eventuali incrostazioni o sedimenti che compromettono portata, dispositivi allacciati e salute.

Quando serve fare la pulizia degli impianti idraulici sanitari

poca-acqua-caldaPer quante diverse tipologìe di materiali che ad oggi si posano per l'impianto idraulico sanitario, il calcare, la ruggine e reazioni elettrolitiche dei metalli sono spesso i responsabili dell'indurimento dell'acqua sanitaria, quindi di restringimenti del diametro interno dei tubi, specialmente negli appartamenti con più di 25 anni di età dell'impianto, soprattutto se posato in ferro zincato.

Si verificano fenomeni come il malfunzionamento o non accensione di caldaia o scaldabagno a gas, la portata di acqua calda è normale vicino all'apparecchio a gas, ma nei punti lontani non arriva sufficiente pressione. Peggio ancora se il problema è anche sull'acqua fredda (meno soggetta ad ostruzioni di natura calcarea rispetto alla calda).
Tutti questi esempi vanno a segnalare un problema di impianti sporchi, che dovranno quindi essere puliti o lavati chimicamente.
Si può decidere di procedere per questo tipo di intervento idraulico, ma a volte la normativa, come vedremo in basso, lo impone.

Scarsa pressione - poca acqua

La scarsa pressione, la poca acqua calda che arriva a fatica, spesso nei punti più lontani rispetto alla sorgente di calore (caldaie o scaldabagni), sono spesso sintomo di tubazioni incrostate da calcare, residui ferrosi che provengono da colonne di adduzione principali o da tubi troppo vecchi ancora in essere.

Ti hanno detto che bisogna spaccare il muro o le piastrelle? Esiste un piano B

Pulizia tubi acqua con lavaggio chimico

La soluzione più drastica che spesso viene consigliata senza una corretta valutazione delle condizioni dei tubi, è la loro rimozione, costasse anche la ristrutturazione...ma esiste una possibilità: il lavaggio chimico

Lavaggio chimico: che cos'è

Il lavaggio chimico è un'intervento di risanamento, detraibile fiscalmente e, per come è visto e messo in pratica dalla nostra sezione di idraulici dedicata, assolutamente sicuro, garantito (min.2 anni) e controllato.

Questo perché viene effettuato, come vedremo più in basso, a dosaggio calibrato e secondo i materiali dell'impianto idraulico esistente. I nostri idraulici utilizzano prodotti e macchinari esclusivamente della linea professionale, con caratteristiche e potenze tali da non necessitare di quantitativi esagerati e pericolosi di sostanze acide o solventi.

 

 

tubazioni-incrostate

Lavaggio chimico dell'impianto acqua calda

pulizia-impianto-riscaldamento-incrostazioniLa normativa dice che se non ci sono le condizioni di acqua potabile e di durezza adeguata dell'acqua (entro i 25 gradi Francesi), occorre effettuare una pulizia sostanziale, un risanamento delle tubature.

La migliore soluzione, attualmente sul mercato, è il trattamento chimico degli impianti, in particolar modo di quelli dell'acqua calda, poiché molto più soggetti alla creazione di detriti, come vedremo piu in basso.

Certo è che, trattandosi di solventi chimici, occorre la mano di un idraulico esperto e con esperienza per determinare, oltre al prezzo, le quantità di materiali corrosivi e risananti e protettivi da impiegare nel lavaggio.

Precauzioni pre-lavaggio

Prima di pulire una tubatura bisogna assicurarsi di aver escluso (ed eventualmente pulito) ogni apparecchio collegato all'impianto perché non sia d'intralcio nell'operazione, successivamente si controlla che non vi siano strozzature che impediscano il regolare ricircolo e la giusta distribuzione delle acque dell'impianto.

Come avviene la pulizia dell'impianto idraulico?

lavaggio-tubazioniLa pulizia dell'impianto ora può avvenire. In base al tipo di posa ed ai materiali utilizzati, l'idraulico può decidere di pulire le tubature, sia con un'operazione di controlavaggio che con il cosiddetto lavaggio chimico.

Controlavaggio dell'impianto

La pulizia dei tubi di carico sanitario (acqua fredda e calda) si può effettuare, come descritto in fondo alla pagina, scollegando i rubinetti o apparecchi o sanitari necessari e collegare dei "by-pass" che permetteranno all'idraulico di invertire il senso di percorrenza dell'acqua, eliminando le prime grosse difficoltà di portata.

Quanto costa?

Generalmente, se mai eseguito prima, questo tipo di intervento risolve grossi problemi urgenti, ripristina correttamente il funzionamento dei dispositivi (ripuliti eventualmente a loro volta) e rimanda decisamente il prossimo intervento, con circa 150€.

Pulizia impianti idraulici con lavaggio chimico

Lavaggio-impianto-termico.pompaLa soluzione migliore e definitiva, se fatta in maniera corretta, a dosaggio calibrato e con i materiali adfatti al tipo di impianto esistente, è sicuramente il lavaggio chimico, spesso accompagnato da un lavaggio di protezione finale.

Per liberarsi dalle incrostazioni non bisogna sbagliare, ogni tentativo errato potrebbe costare caro.. soprattutto nelle vecchie tubazioni di acqua calda dove le sostanze, per via del calore, tendono maggiormente a creare residui calcarei e incrostazioni dovute alle normali reazioni elettrolitiche del ferro dovute, oltre che sedimenti ed invecchiamento progressivo del ferro zincato della tubazione.

Che rischi corro?

Una volta l'idraulico chiedeva al cliente di prendersi la responsabilità dell'imprevisto, oggi si riesce a garantire l'intervento per due anni e più.

I nostri idraulici sono contro le soluzioni approssimative e dispendiose nel lungo termine, sono contrari anche ai soliti paliativi che, talvolta, peggiorano o non risolvono problemi col calcare, come filtri installati DOPO il problema.

Occorre un lavaggio effettuato nella misura, con la potenza ed inversioni di mandata di pressione adatte alla situazione.

Per questo motivo consigliamo di affidarsi sempre ad esperti del settore, in possesso di specifiche attrezzature.

Che cos'è?

Il lavaggio chimico è l'immissione, mediante dispositivo a pressione o macchina con pompa esterna per la pulizia, di una serie di soluzioni chimiche acide le quali, una volta inoltrate, circolando puliscono le tubature da incrostazioni, ossidi, calcare ed eventuali sedimenti depositati all'interno.

Successivamente a questa operazione, i nostri idraulici fanno anche un ulteriore lavaggio con un liquido meno aggressivo ed inibitore. Questo per preservare più a lungo possibile la condizione interna della tubazione.

Quanto costa?

Il lavaggio chimico, come vedremo anche più avanti, sebbene sia risolutivo, è un intervento idraulico abbastanza oneroso, sia per il tipo di manutenzione con solventi adatti ed indicati al tipo di materiale costituente la tubazione, sia per la manodopera di scollegamento e ricollegamento delle utenze che potrebbero aumentare di numero e tipo di collegamento alla rete idrica, per questo motivo il costo di lavaggio è molto variabile, mediamente (un bagno ed una cucina) è a partire dalle 350€.

Cosa facciamo?

Passi:

- per prima cosa facciamo un'analisi della durezza dell'acqua

- scolleghiamo e svuotiamo l'impianto idraulico sanitario;

- scolleghiamo gli attacchi dell'acqua in punti strategici per un lavaggio mirato ed efficiente;

- se ci sono apparecchi (come filtri, caldaie, scaldabagni)che potrebbero rovinarsi vengono isolati o by-passati;

- facciamo un primo ciclo di lavaggio con la pompa per lavaggi che durerà e sarà aggressivo secondo il tipo di impianto e lo sporco da disincrostare;

- Intervento con secondo ciclo inibitore, per preservare lo stato delle tubazioni subito dopo la disincrostazione, viene immesso un secondo tipo di liquido, differente dal primo, che inibisce i tubi di portata conservandone il livello di deterioramento (durezza permanente);

ATTENZIONE: il dosaggio dei solventi è CALIBRATO e quindi non eccessivamente aggressivo, ma soprattutto varia in base al tipo di materiale esistente dell'impianto idraulico.

- Effettuiamo nuovamente un test di durezza dell'acqua e valutiamo il giusto tipo di filtraggio o compensazione a polifosfati di cui necessita l'acqua dell'impianto e lo consigliamo al cliente.

Tutta l'operazione durerà almeno 3 ore, a seconda della situazione.

Prezzi lavaggio chimico impianti:detrazione si o no?

Il lavaggio chimico impianti (anche per l'impianto di riscaldamento) è un'intervento che migliora le prestazioni energetiche, fa risparmiare e diminuisce di conseguenza l'impatto ambientale; per questo motivo viene fatto rientrare nelle detrazioni fiscali incentivate.

Quanto costa fare il lavaggio chimico a casa mia?

Il prezzo finale e omnicomprensivo, a risoluzione dei problemi di calcare e ruggine, può essere quantificato a seconda di ogni caso: parlaci del tuo e scopri quanto spendi oppure chiedici un preventico telefonico immediato.

 

Chiedi al nostro idraulico come risparmiare con il nuovo Conto termico 2.0 o immediatamente con fattura ad IVA 0% !!!

 

pulizia impianti idraulici: cosa succede alle tubazioni?

Avviene un vero e proprio debelamento delle parti sporche di ruggine, calcare e sedimenti a durezza permanente.lavaggio-impianto-pompa

Alcune imprese, come "Idraulico In", effettuano una rimozione (che dura circa 2 ore per un impianto medio "bagno/cucina") di tutte queste incrostazioni, intervenendo, in un secondo ciclo di risanamento e dopo vari risciacqui, con altre sostanze che conservano lo stato attuale dei tubi e correggono la "durezza" dell'acqua per fare in modo di non incappare mai più in incrostazioni od otturazioni future.

Lavaggio chimico, dopo che succede?

Successivamente ai risciacqui di acqua, andremo ad eliminare, con altri solventi più innoqui, l'effetto del precedente.

Ma oltre a questo "ciclo finale" alcune imprese hanno reso possibile rivestire o incamiciare nuovamente le parti interne delle tubature con un liquido ad alta densità (intervento consigliato solo in alcuni casi)che, attaccandosi alle pareti crea un nuovo letto od una nuova sede di passaggio più idonea e duratura per l'acqua, combattendo la sua durezza.

Spesso si trovano, specialmente nei vecchi impianti idrici, residui dovuti semplicemente al trascorrere del tempo e non per forza ostruzioni di natura dolosa.

Alla fine dei cicli di lavaggio, dopo molti risciacqui, l'acqua potrà tornare potabile dopo un utilizzo medio di circa 48 ore.

Perché arrivare ad usare sostanze chimiche?

Alcune strozzature interne o rimpicciolimento del diametro sono infatti dovute a reazioni chimiche fra metalli, questa si chiama corrosione elettrolitica ed avviene, come la magnetite (ossido di ferro) nel caso del ferro, a causa delle mutazioni che i materiali d'impiego subiscono col trascorrere del tempo a contatto con elettrostaticità e durezza delle stesse acque in entrata.

Si consiglia l'esecuzione di pulizia di un impianto idrico sempre ad un esperto del settore o meglio ad un tecnico abilitato, vista la forte presenza di rischi per le persone e l'ambiente circostante derivanti dalle sostanze chimiche utilizzate.

Manutenzione e pulizia dell'impianto idraulico

...a volte lo impone la Legge...

La manutenzione obbligatoria: normative

Il D.Lgs. 192/2005, con le successive integrazioni e disposizioni regionali, rende OBBLIGATORIA la manutenzione periodica di tutti gli impianti di riscaldamento autonomi e centralizzati.
Ricordiamo che c'è differenza tra manutenzione e prova fumi, ovvero la manutenzione della caldaia deve essere effettuata ogni anno, salvo diverse disposizioni prescritte, mentre la prova fumi deve essere effettuata ogni 2 anni per gli impianti con potenza inferiore ai 35kW.
La manutenzione del circuito termico e la verifica della sua pulizia devono essere effettuate obbligatoriamente nei casi in cui ci sia (secondo il tecnico) pericolo di malfunzionamento di un nuovo apparecchio installato prima della nuova prima accensione o collaudo, pena il decadimento della copertura assicurativa a garanzìa della stessa caldaia o scaldabagno.

Pulizia impianti: normativa

La Gazzetta Ufficiale n. 132 del 10 giugno 2009, ha pubblicato l'adeguamento D.P.R. del 2 aprile 2009 n. 59, con il quale rendeva obbligatorio l'adeguamento degli impianti di trattamento dell'acqua nelle abitazioni, nel caso in cui il contenuto di calcare sia troppo elevato.
Questo trattamento dell'acqua vale per entrambi gli impianti, sia quelli termici che quelli idrosanitari, in sostenza tutti gli impianti termici per la produzione di acqua calda sia ad uso sanitario che di riscaldamento presso le nuove abitazioni o quelle realizzate a partire da giugno 2009; con una "durezza" dell'acqua pari o superiore a 25 gradi francesi.

Come avviene il lavaggio chimico?

Pulizia-impianto-idraulico-pompaLa pulizia chimica dell'impianto avviene ad acqua chiusa e saracinesche d'arresto e di ingresso funzionanti, ma comunque chiuse, per non intaccare eventuali canne principali di adduzione di acqua sanitaria, quindi terzi.

Una pompa elettro-idraulica ad alta pressione (almeno la nostra) permette, una volta allacciata all'impianto nella giusta posizione, un circolo autonomo e pulente del liquido acido corrosivo, disincrostando fino a oltre n.20 termosifoni.

Successivamente l'idraulico procederà con un ciclo inibitore delle tubazioni, utilizzando un secondo fluido inibitore.

Tutta l'operazione durerà almeno 2 ore nette per la pulizia a "pompa collegata", vale a dire che ci vorrà del tempo per scollegare e riallacciare gli apparecchi sanitari, per improntare e chiudere il lavoro in maniera pulita e professionale.

Pulizia impianto idraulico con acido: prezzi

Intervento abbastanza oneroso ma sicuramente risolutivo ai fini della funzionalità che regala al cliente.

Generalmente, parlando di costi medi del settore, un'intervento di pulizia con lavaggio chimico di un appartamento di circa 70mq, considerando circa un bagno ed una cucina, si effettua a partire da 350€.

Questa cifra va sicuramente dimensionata in base alla grandezza dell'appartamento e del tipo di impianto, nonché del numero di caloriferi nel caso della pulizìa di impianti termici.

E' un intervento che richiede tempo e manodopera, soprattutto per lo scollegamento ed il nuovo allacciamento delle utenze.

Lavaggio NON chimico o "controlavaggio"

Il controlavaggio dell'impianto idraulico è un intervento che serve a smuovere una o più tubazioni da otturazioni di natura ferrosa o calcarea causate dalla durezza totale dell'acqua o la chiusura e riapertura (a voltre troppo affrettata) del rubinetto centrale condominiale.

Come dicevamo sopra, se mai effettuata precedentemente, questa "manovra" ripristina l'impianto da sedimenti e incrostazioni, le più deboli a resistere nel tubo.

Quando non è necessario intervenire in maniera aggressiva o chimicamente, un intervento di questo tipo salva la situazione.

Quando?

E' la prima volta che si presenta un problema di poca pressione dell'impianto idrico o solamente dell'acqua calda?

Prima di intervenire chimicamente con un lavaggio aggressivo, i nostri idraulici consigliano sempre (qualora non fosse mai stato effettuato prima) un'intervento di ottimizzazione detta "cotrolavaggio".

Come avviene la pulizia di controlavaggio?

E' un lavaggio con acqua pulita in pressione, avviene collegando del by-pass nei punti strategici o dove l'idraulico ritiene opportuno per dare più potenza, ed in maniera diretta, in quei punti che necessitano.

Si potrà inoltre fare in modo di far ricircolare l'acqua in sensi opposti e contrari alla usuale percorrenza.

Quanto è efficace?

Possiamo affermare con certezza che questa operazione, se mai effettuata prima, risolve la maggior parte dei problemi, casi in cui scende poca acqua dalla doccia o arriva poca acqua calda in bagno, rispetto magari alla cucina o ad altri rubinetti più vicini alla caldaia o scaldabagno.

Cosa facciamo?

Le tubature vengono liberate dalla maggior parte dei detriti mobili presenti nei tubi, tutte quelle impurità che non sono diventate parte del tubo (specie se in ferro), come ruggine o calcare derivante dalle canne principali, verticali, di adduzione dell'acqua.

Nella grande maggioranza dei casi (9/10), questo intervento idraulico ripristina molto del vecchio diametro del tubo, riportandolo ad una circonferenza interna molto più simile a com'era in origine.

Quanto costa?

Generalmente il controlavaggio dura meno di una giornata (a seconda della gravità del problema) e costa circa 150€.

In questa operazione includiamo anche un'eventuale pulizia delle cartucce dei rubinetti (dove necessario). Insomma, possiamo garantire ad occhi chiusi che l'idraulico cercherà di ripristinare tutto cercando di fare tutto il necessario, in questo intervento, per ripristinare la funzionalità di tutte le utenze.

Lavaggio impianto idraulico sanitario: prezzi dei nostri idraulici

Il costo che viene descritto in questa pagina è privo di IVA, dunque molto inferiore ai prezzi di mercato attuali.

Tuttavìa alcuni dei nostri idraulici di Milano e Monza Brianza sono provvisti di Partita a regime agevolato con Iva 0% ai sensi del regime fiscale ex Art.1 Commi 96-117, Legge 244/2007 come modificata dall'Art.27 del DL 98/2011, pertanto si otterrà un prezzo totale fatturato senza aggiunta di Iva e quindi con risparmio immediato di circa il 35%, al posto di effettuare la classica detrazione dilazionata recuperabile in 10 anni, per qualsiasi importo.

 

Pulizia impianti idraulici: chi paga, l'inquilino o il proprietario?

A chi spetta la pulizia o il lavaggio chimico?

Paga l'inquilino usufruttario o il proprietario di casa?

La risposta è che dipende sempre dal tipo di intervento idraulico.

Infatti, nella maggiorparte delle situazioni di questo tipo, i nostri idraulici cercano sempre di individuare precisamente il tipo di intervento adatto a risolvere gli eventuali problemi dovuti ad ostruzioni incrostate, proprio perché se è vero che l'intervento di manutenzione ordinaria è sempre a carico di chi utilizza (in questo caso) la casa, se ci fosse una necessità urgente o di natura strutturale allora potrebbe intervenire la competenza dell'intestatario delle mura, il quale spesso, nei casi di poca individuazione del tipo di intervento idraulico da svolgere, solitamente tende ad accordarsi con l'inquilino; questo anche perché possiamo trovare molti casi in cui il committente inquilino viva da anni in quell'appartamento e la mancata manutenzione ordinaria potrebbe aver contribuito al raggiungimento di uno stato di anomalìa, per cui si necessita poi di un intervento urgente.

 

 

..forse può interessarti anche:


-Pulizia impianto di scarico
-Pulizia impianto termico di riscaldamento

-Pulizia impianti e trattamento acque

-Ristrutturazione bagno e appartamento

 

 

Siamo Centro Assistenza Autorizzato "Sylber" e "Beretta" ed installatori di qualsiasi tipologìa di caldaie e scaldabagni.

Chiama gli idraulici professionisti di Idraulico In al NUMERO 349 21 375 91 oppure compila il form per essere ricontattato, i nostri tecnici saranno a tua disposizione per risolvere con rapidità ogni problema idraulico e termoidraulico a Milano, Monza e Brianza.

Per contattare un esperto idraulico gratuitamente e senza impegno, compila il seguente modulo:
Nome:
Email:
Telefono:
Messaggio opzionale:
Trattamento dati: Acconsento al trattamento dei dati (clicca per informativa privacy) e dichiaro di essere maggiorenne

Letto 45777 volte

91 commenti

InizioPrec123456SuccFine

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

 

Assistenza idraulici

 

Preventivo online

Per contattare un esperto idraulico gratuitamente e senza impegno, compila il seguente modulo:
Nome:
Email:
Telefono:
Messaggio opzionale:
Trattamento dati: Acconsento al trattamento dei dati (clicca per informativa privacy) e dichiaro di essere maggiorenne

Interventi idraulici

Sanitrit

sanitrit

Tutto sul trituratore Sanitrit. Tutti i modelli, quando e quale modello acquistare, i prezzi, le migliori offerte e tutti i consigli per l'installazione direttamente dall'idraulico di Idraulico in!