CHIAMA SUBITO 349 2137591

Assistenza idraulici

Nuova normativa 2017 per Caldaie a condensazione

Vota questo articolo
(81 Voti)

Norme e utilizzo di caldaia a condensazione

Caldaia a condensazione: Obbligatorio o no?

Installazione caldaia a condensazioneL'installazione della caldaia a condensazione, secondo l'ultima integrazione di Legge entrata in vigore a Settembre 2015, valida tuttora nel 2016, per gli impianti di riscaldamento installati dopo il 31 agosto 2013 collegati a sistemi di evacuazione dotati di sbocco a parete, è consentita soltanto per dispositivi a basso consumo energetico o con scarico fumi sul tetto dell'edificio.

L'altezza dello sbocco sul tetto, in particolare, deve rispettare le regolamentazioni vigenti.

Cosa dice la Normativa

Le normativa per l'installazione di una nuova caldaia dice che impianti termici installati successivamente devono essere collegati ad appositi camini, canne fumarie o sistemi di evacuazione dei prodotti di combustione, con sbocco sopra il tetto dell'edificio alla quota prescritta dalla regolamentazione tecnica vigente.

Quando la caldaia a condensazione è obbligatoria?

Chi dovrà installare una nuova caldaia, in un nuovo edificio, a seguito di una ristrutturazione importante o sostituirne una già esistente (se installata prima del 31 agosto 2013) dovrà quindi scegliere obbligatoriamente solo fra i modelli a condensazione oppure a bassa emissione/rendimento sopra i 90+2 log Pn . Oppure scaricare i fumi di scarto combustione a tetto.

Cronologìa delle normative

Per riassumere:

Prima del 18/12/2012

Lo scarico a parete era consentito nella sostituzione secondo i regolamenti locali dei comuni;

Dopo il 18/12/2012 - Legge 221/2012

Lo scarico a parete fu consentito soltanto per caldaie a condensazione;

Dopo il 31/08/2013 - Legge 90/2013

Lo scarico a parete fu consentito per l'installazione di caldaie a bassa emissione (NOx) o caldaie a condensazione;

Dopo il 19/07/2014 - Dlgs 102/2014

Lo scarico a parete è consentito solo con caldaie a bassa emissione NOx classe 5, caldaie a condensazione o caldaie convenzionali a camera stagna aventi rendimento maggiore di 90 +2 log Pn o collegate ad un impianto termico a pavimento.
NB: l'adempimento dell'obbligo di cui al comma 9 risulta incompatibile con norme di tutela degli edifici oggetto dell'intervento, adottate a livello nazionale, regionale o comunale.

Quando non è obbligatoria?

Lo sbocco del tubo di scarico fumi sul tetto, in particolare, si può evitare nel caso di:

    sostituzione di caldaie installate prima del 31 agosto 2013 dotate già di scarico a parete o all'interno di una canna fumaria collettiva;
    presenza dell'attestazione scritta dal progettista il quale attesta l'impossibilità di istituire l'impianto con lo scarico sul tetto;
    edifici e strutture in cui lo scarico sul tetto si riveli incompatibile con le norme legate alla tutela e alla sicurezza dell'edificio.

 

Normativa caldaie 2017

Il 2017 registra una nuova proroga dell'installazione delle caldaie a tiraggio naturale, quindi di tipo "B", sempre e solo con scarico fumi in canna fumaria collettiva, fino a fine 2018.

Cosa vuol dire?

Che le caldaie a camera aperta, di cui sopra, godono ancora del beneficio della produzione e distribuzione, quindi vendita ed installazione da parte di idraulico (sempre con dichiarazione di conformità).

Sarà difficile acquistarla oltre questa scadenza, poiché i costruttori a tuttoggi dovrebbero aver terminato la produzione, esuberi di magazzino non verranno considerati quindi, ma l'installazione DEVE avvenire entro fine 2018.

Se ho una caldaia a tiraggio naturale sono obbligato a sostituirla con la condensazione?

Assolutamente no, immaginiamoci quante caldaie ancora in funzione ci possono essere di quel tipo, in tutta Italia, ci sarebbe una rivolta vera e propria.... Morale della favola, se si tratta di una sostituzione ok, a partire dal 2019 bisognerà passare a condensazione, diversamente possiamo, fino a fine 2018, installare una caldaia a tiraggio naturale, sempre nelle condizioni di conformità di cui sopra.

Se la caldaia ancora funziona ma è molto vecchia (oltre 30 anni), il consiglio è di cambiarla appena possibile!!!

Normativa di riferimento sostituzione caldaia con condensazione

L'obbligo in vigore vale per tutte le caldaie tradizionali, ovvero quelle a camera stagna NON a condensazione (la classica caldaia turbo).

Vero altresì che la differenza tra il recupero e il non recupero della condensa è considerevole ed evidente, soprattutto in ambienti grandi.

La Legge sull'installazione di caldaia a condensazione è la UNI 7129 al 3°paragrafo, essa è giustificata dai rendimento del potere calorifico PCI e PCS della combustione di caldaie a condensazione, ovvero:

 

PCI: Potere Calorifico Inferiore.

Che cos'è il PCI?

Il potere calorifico inferiore è il valore che si ricava dal calore sprigionato dalla combustione, senza considerare la condensazione dell’acqua.

Ricordiamo che la condensa si forma per la combinazione dell’idrogeno contenuto nel combustibile e l’ossigeno atmosferico.

Questo valore, per il gas naturale, è fissato a 47,7 MJ/kg.

PCS: Il potere calorifico superiore

Che cos'è il PCS?

Il potere calorifico superiore è un valore che rappresenta tutto il calore prodotto dalla combustione.

Questo valore, per il gas naturale, viene fissato a 54 MJ/kg (circa 1,13 volte il PCI).

 

Il miglioramento energetico è ormai d'obbligo, anche per le emissioni, oltre che per i consumi e gli sprechi, ma rimane comunque detraibile al 50% circa, il che da una parte potrebbe ancora far comodo.

Normative installazione 2016

A partire dal 31 luglio 2016, è nato il nuovo Conto Termico 2.0, che permette un recupero della detrazione entro massimo 60 giorni dall'installazione di un nuovo apparecchio energetico o per diverse operazioni di recupero efficienza energetica o ripristino energetico come l'isolamento e la pulizia dell'impianto idraulico.

Lavaggio chimico OBBLIGATORIO impianti idraulici

Dal 2009 è in vigore il Decreto Legislativo n.59, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.132 , il quale OBBLIGA una manutenzione costante anche dell'impianto termico e la sua pulizia con annessi caloriferi. Dopo aver capito dove installare l'apparecchio, ma prima del suo collaudo, occorre effettuare un'intervento idraulico di pulizia o lavaggio dell'impianto di riscaldamento e, se al di sopra dei 25 gradi francesi, anche dell'impianto idrico-sanitario, pena il decadimento della garanzìa sugli scambiatori primari e secondari della caldaia.

Ultime sulla caldaia turbo

Le caldaie non a condensazione, quindi a camera stagna (tipo C), restano a disposizione nei punti di rivendita fino ad esaurimento scorta, perché?
Nota Importante: a partire dal 26 settembre 2015 i produttori e fornitori di caldaie non potranno più immettere sul mercato apparecchi che non siano a condensazione o a classe energetica elevata, le caldaie a condensazione diventeranno praticamente l'unica soluzione.

Le uniche caldaie disponibili nel 2016 di differente tipologia potranno essere installate solo per sostituzioni e MAI per nuove installazioni.


Vendita caldaia turbo: ultime 2016

Attenzione: non sono più in vendita le caldaie a camera stagna di tipo "C" non a condensazione (le cosiddette caldaie turbo).

Nei grandi centri "fai-da-te" come Leroy Merlin, Bricoman, Brico Io, etc. Si vendono solo caldaie a condensazione.

Potrete contattare i nostri tecnici però, per constatare la presenza degli ultimi apparecchi nelle nostre scorte-magazzino fino ad inizio 2017. Affrettatevi!!!

 

Chiedi al nostro idraulico come risparmiare con il nuovo Conto termico 2.0 con l'installazione di una nuova caldaia o immediatamente con fattura ad IVA 0% !!!

 

Approfondisci su:

 

>> Normativa caldaie

>> Caldaia

>> Sostituzione caldaia

 

Siamo Centro Assistenza Autorizzato "Sylber" e "Beretta" ed installatori di qualsiasi tipologìa di caldaie e scaldabagni.

Chiama gli idraulici professionisti di Idraulico In al NUMERO 349 21 375 91 oppure compila il form per essere ricontattato, i nostri tecnici saranno a tua disposizione per risolvere con rapidità ogni problema idraulico e termoidraulico a Milano, Monza e Brianza.

Per contattare un esperto idraulico gratuitamente e senza impegno, compila il seguente modulo:
Nome:
Email:
Telefono:
Messaggio opzionale:
Trattamento dati: Acconsento al trattamento dei dati (clicca per informativa privacy) e dichiaro di essere maggiorenne

 

 

Letto 11462 volte
Altro in questa categoria: « Caldaia a condensazione

24 commenti

InizioPrec12SuccFine

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Preventivo online

Per contattare un esperto idraulico gratuitamente e senza impegno, compila il seguente modulo:
Nome:
Email:
Telefono:
Messaggio opzionale:
Trattamento dati: Acconsento al trattamento dei dati (clicca per informativa privacy) e dichiaro di essere maggiorenne

Interventi idraulici

Sanitrit

sanitrit

Tutto sul trituratore Sanitrit. Tutti i modelli, quando e quale modello acquistare, i prezzi, le migliori offerte e tutti i consigli per l'installazione direttamente dall'idraulico di Idraulico in!